COVID-⁠19 Svizzera

Informazioni sulla situazione attuale, stato al 29 novembre 2022

Le cifre chiave sono pubblicate ogni martedì alle ore 15:30.

Evoluzione epidemiologica,Glarona

Varianti del virus

Il monitoraggio delle varianti negli ospedali è incentrato sul sequenziamento del materiale genetico dei virus proveniente da campioni di casi ospedalizzati. Il sequenziamento mirato e completo del genoma virale (patrimonio genetico del virus) consente di rilevare le mutazioni e di identificare le varianti virali. I dati così ricavati permettono di stimare le quote percentuali delle singole varianti che si manifestano in caso di decorsi gravi della malattia, ovvero di ricoveri ospedalieri. I dati qui pubblicati si basano sulle informazioni del programma nazionale di sorveglianza genomica del SARS-⁠CoV-⁠2, al quale aderiscono i laboratori degli ospedali universitari e dei maggiori ospedali regionali, nonché determinati laboratori privati e piattaforme di sequenziamento. (Programma nazionale di sorveglianza genomica del SARS-⁠CoV-⁠2 – rapporti mensili). La sorveglianza attuale comprende tutte le varianti e sottovarianti virali rilevanti che secondo l’OMS devono essere monitorate perché presentano un’elevata trasmissibilità e/o possiedono proprietà immunoevasive. Il grafico viene costantemente adattato all’evoluzione.

Il nuovo coronavirus (SARS-⁠CoV-⁠2), il quale causa la malattia infettiva COVID-⁠19, cambia continuamente attraverso mutazioni nel suo genoma (alterazione del patrimonio genetico). Con l’ausilio di tali mutazioni è possibile determinare e classificare le varianti del virus. La maggior parte delle mutazioni ha poco o nessun effetto sulle proprietà del virus. Alcune varianti del SARS-⁠CoV-⁠2 presentano mutazioni delle proprietà dell’agente patogeno che possono influenzare la situazione epidemiologica, per esempio una maggiore trasmissibilità, un decorso più grave della malattia o un’evasione della risposta immunitaria in soggetti guariti o vaccinati. Per la maggior parte delle varianti conosciute, la vaccinazione completa garantisce tuttora un alto livello di protezione contro le forme gravi della malattia. Per alcune varianti non si dispone ancora di conoscenze certe.

L’OMS ha classificato alcune varianti del virus come VOC (Variants Of Concern; in italiano: varianti preoccupanti) e VOI (Variants Of Interest; in italiano: varianti di interesse). Tali varianti del virus sono sotto osservazione speciale. In Svizzera e nel Principato del Liechtenstein la classificazione delle varianti del virus può divergere da quella dell’OMS. Gli esperti valutano regolarmente le più recenti scoperte sulle varianti note ed emergenti del virus e stimano la potenziale influenza delle varianti circolanti sulla situazione epidemiologica in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein. Il periodo desiderato può nuove essere selezionato con il cursore sotto il grafico.

Evoluzione nel tempo, in caso di ospedalieri

Varianti del virus rilevate, Glarona, 04.04.2022 fino a 20.11.2022

Il grafico mostra l’evoluzione nel tempo delle quote percentuali stimate delle varianti del virus rilevate e delle sottovarianti (sottolinee di una variante) in campioni provenienti da casi ospedalizzati in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein. La linea rappresenta la percentuale di varianti per settimana. Le colonne indicano il numero giornaliero di campioni sottoposti a sequenziamento completo. Per le singole varianti selezionate, i valori settimanali stimati sono indicati con un valore superiore e uno inferiore, che delimitano una probabilità del 95 per cento.

Il periodo desiderato può nuove essere selezionato con il cursore sotto il grafico.

Condividi
covid19.admin.ch
Fonte: UFSP (Monitoraggio) – Stato al: 29.11.2022, 10.50h

Evoluzione nel tempo

Varianti del virus rilevate, Glarona, 28.09.2020 fino a 03.04.2022

Il monitoraggio delle varianti virali circolanti comprende il sequenziamento di materiale genetico virale proveniente da campioni selezionati a caso. I dati così ricavati permettono di stimare le quote percentuali delle singole varianti virali nei casi confermati in laboratorio. Inoltre consentono di identificare varianti finora sconosciute. Con la revoca della situazione particolare il 1. aprile 2022, il monitoraggio delle varianti è stato spostato su campioni di casi ospedalizzati. Il grafico mostra l’evoluzione delle quote percentuali stimate delle varianti del virus rilevate in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein. La linea rappresenta la media mobile su 7 ⁠⁠giorni⁠ (media dai tre giorni precedenti ai tre giorni successivi). Per le singole varianti selezionate i valori giornalieri sono compresi in un intervallo, delimitato da un valore superiore e uno inferiore, che rappresenta una probabilità del 95 per cento.

Il periodo desiderato può nuove essere selezionato con il cursore sotto il grafico.

Condividi
covid19.admin.ch